Corte dei Gioghi

From the Blog

Palazzo Schifanoia Ferrara

Palazzo Schifanoia riapre il 12 Marzo

Palazzo Schifanoia finalmente riaperto!

Uno dei palazzi più belli della città di Ferrara, rimasto chiuso alcuni anni per lavori di ristrutturazione, finalmente riapre al pubblico il 12 Marzo!Palazzo Schifanoia Ferrara

Entrare nelle sale di Palazzo Schifanoia è come percorrere uno splendido viaggio nel tempo, a colloquio con duchi, putti e cortigiani, tra le sale di corte e paesaggi fantastici.

Saranno visitabili le tre sale principali dell’antica delizia estense : il Salone dei Mesi, la Sala delle Virtù e la Sala delle Imprese, ovvero gli appartamenti del duca Borso d’Este.

Sarà inoltre fruibile il percorso espositivo Schifanoia e Francesco del Cossa. L’oro degli Estensi, dal 12 marzo al 14 giugno 2020, verrà allestito con le opere dei Musei di Arte Antica più strettamente legati alla figura di Borso d’ Este, nonché da una piccola ma significativa selezione di opere “ospiti” legate all’ Officina ferrarese.

Palazzo Schifanoia e la sua storia

Palazzo Schifanoia fu costruito, intorno alla fine del Milletrecento, in una zona verde presso l’antico corso del fiume Po, per volontà di Alberto V d’Este.
Il nome del palazzo nasce dal motto “schivar la noia” ed è riferito alla funzione di svago e ricreazione dell’edificio, trattandosi di “delizia” estense. Oggi il palazzo appare come un lungo edificio diviso in due ali: ad ovest l’ala trecentesca su un  piano unico, ospita il Museo Civico di arte antica, ad est l’ ala realizzata nel Quattrocento, suddivisa in due piani, che costituisce l’ampliamento voluto dal Duca Borso d’ Este negli anni 1465-1467. La facciata, un tempo decorata di merli e affrescata con finti marmi policromi, è caratterizzata da un elegante portale marmoreo progettato da Francesco del Cossa.
Le decorazioni interne, fra tutte il Salone dei Mesi, hanno subito molte distruzioni, ma ciò che è rimasto del magnifico ciclo di affreschi, è consideratoall’ unanimità come una delle pagine più alte del rinascimento italiano.

Gli affreschi sono l’opera a più mani di diversi pittori ferraresi della scuola di Cosmé Tura, tra cui Francesco del Cossa ed Ercole de’ Roberti, e raffigurano trionfi di divinità pagane, figurazioni della vita quotidiana e simboli dell’astrologia.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi